Estro-Verso
ATTENZIONE, REGISTRAZIONI SOSPESE:
Questo forum non è più attivo ed è stato conservato su richiesta di molti utenti. Il nuovo forum è all'indirizzo: http://artist.forumattivo.it
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Sondaggio
Statistiche
Abbiamo 119 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Ninone40

I nostri membri hanno inviato un totale di 1943 messaggi in 722 argomenti
Ultimi argomenti
» Destini incrociati
Mer Nov 07, 2012 7:43 am Da Ninone40

» La casa di Paolo
Mar Gen 03, 2012 1:39 pm Da luisanne

» ¿QUÉ SOY? (Cosa sono?)
Sab Nov 05, 2011 10:37 pm Da Marinella

» KULTURA WEB TV :POESIA E-LETTA TUTTI I VENERDI SERA
Ven Ott 14, 2011 10:51 am Da SuZanne

» AGENDA DEGLI ARTISTI 2012
Ven Ott 14, 2011 10:42 am Da SuZanne

» "Controsensi economici" 06-10-11
Gio Ott 06, 2011 1:51 pm Da Carlo

» 22-09-2011 “Rispetto ?”
Gio Set 22, 2011 4:09 pm Da Carlo

» "Figli dell'Argilla" 01/09/2011
Ven Set 02, 2011 9:16 am Da Carlo

» mi dovrò ripresentare penso
Sab Ago 06, 2011 12:05 am Da bounty

Novembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930   

Calendario Calendario

Parole chiave

Contatore visite

ONLINE COUNTER

VISITOR COUNTER

Musica Classica

Bugia d'amore di Lorenzo Laporta

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Bugia d'amore di Lorenzo Laporta

Messaggio Da alberto il Dom Mag 16, 2010 11:17 am

La “Bugia d’amore” con gli occhi di Lorenzo Laporta
15 mag 2010

Dopo l’originale tour promozionale del precedente Le parole della pioggia (Editrice Il Filo, 2008) in compagnia solo di uno zaino e una videocamera, il giovane autore tarantino Lorenzo Laporta sceglie per il nuovo Bugia d’amore (Aliberti Editore, pagg. 240, € 16,00) di tornare alla più classica presentazione in libreria. Sarà in compagnia di Mauro Pulpito domani alle 18,30 alla Laterza di Bari.
E se Le parole della pioggia, che gli è valso il premio Molinello e Ignazio Ciaia, conteneva malcelate critiche ai giovani e ai loro modelli negativi, Bugia d’amore quei ragazzi cerca di avvicinarli per comunicare con loro.

Le prime presentazioni del libro si sono svolte in alcuni licei di Taranto e Roma, ma questi ragazzi, che pure si dice leggano poco, come l’hanno presa?
“Inizialmente erano dubbiosi perché hanno creduto di trovarsi davanti la solita operazione editoriale sugli adolescenti invece poi ascoltandomi hanno capito che la mia era solo voglia di comprendere le loro esperienze, i pensieri, i dubbi per essere il loro microfono. Hanno capito che non erano oggetto di un fenomeno passeggero, ma soggetti. Non sono un sognatore bigotto. La realtà familiare che descrivo vive difficoltà, silenzi, paure, ma dico anche che le si può affrontare con il dialogo e la trasparenza dell’animo. Se ci si guarda dentro con onestà e si accetta di condividere il proprio sentire si scopre che l’altro ha le stesse nostre fragilità. La sofferenza pur se elemento negativo, rinsalda i rapporti”.

Un bel messaggio, ma il titolo depone a sfavore. Possono esistere bugie a fin di bene?
“Nel libro non prendo una posizione netta anche perché il gioco della scrittura è provocare una reazione nel lettore. Personalmente ritengo che non ci sia una regola. Mentire è sempre sbagliato, ma ci sono dei momenti in cui quello che non diciamo può aiutare a salvare una situazione, una famiglia, un amore. Sostengo l’idea della bugia bianca nella misura della realtà che intende difendere, ma nel libro è strumentale a tematiche più profonde”.

Ovvero?
La storia ha come protagoniste due sorelle: Chiara, di diciassette anni, imprudente, spavalda e secondo l’altra, Olga, di due anni più grande, più carina. Olga è molto fragile e questo aspetto è acuito dalla bulimia che a un certo punto la fa chiudere in un silenzio improvviso. Chiara però riesce a trovare un varco in questo mutismo con un argomento piccante: la sua prima volta, su cui invece l’altra non ha ancora fatto esperienza. In realtà Chiara a sua volta non ha vissuto proprio nulla anzi, l’ha rifuggita perché l’ha ritenuta prematura. Ascolta però una conversazione nei bagni della scuola tra ragazze più grandi e pensa di aver risolto tutto, ma come dico all’inizio del libro: Una bugia ne rende necessarie molte altre perché spesso i discorsi, la vita stessa sono ricchi di intrecci strani”.
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

alberto

Messaggi : 138
Data d'iscrizione : 13.05.10
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bugia d'amore di Lorenzo Laporta

Messaggio Da paoloferingi il Mar Mag 18, 2010 8:16 pm

Lo acquisterò perché ritengo intelligente e attraente l'argomento; direi furbo.

paoloferingi

Messaggi : 305
Data d'iscrizione : 13.05.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum