Estro-Verso
ATTENZIONE, REGISTRAZIONI SOSPESE:
Questo forum non è più attivo ed è stato conservato su richiesta di molti utenti. Il nuovo forum è all'indirizzo: http://artist.forumattivo.it
Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Sondaggio
Statistiche
Abbiamo 119 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Ninone40

I nostri membri hanno inviato un totale di 1943 messaggi in 722 argomenti
Ultimi argomenti
» Destini incrociati
Mer Nov 07, 2012 7:43 am Da Ninone40

» La casa di Paolo
Mar Gen 03, 2012 1:39 pm Da luisanne

» ¿QUÉ SOY? (Cosa sono?)
Sab Nov 05, 2011 10:37 pm Da Marinella

» KULTURA WEB TV :POESIA E-LETTA TUTTI I VENERDI SERA
Ven Ott 14, 2011 10:51 am Da SuZanne

» AGENDA DEGLI ARTISTI 2012
Ven Ott 14, 2011 10:42 am Da SuZanne

» "Controsensi economici" 06-10-11
Gio Ott 06, 2011 1:51 pm Da Carlo

» 22-09-2011 “Rispetto ?”
Gio Set 22, 2011 4:09 pm Da Carlo

» "Figli dell'Argilla" 01/09/2011
Ven Set 02, 2011 9:16 am Da Carlo

» mi dovrò ripresentare penso
Sab Ago 06, 2011 12:05 am Da bounty

Giugno 2018
LunMarMerGioVenSabDom
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 

Calendario Calendario

Parole chiave

Contatore visite

ONLINE COUNTER

VISITOR COUNTER

Musica Classica

Il caldo vento del Nord

Andare in basso

Il caldo vento del Nord

Messaggio Da paoloferingi il Dom Giu 13, 2010 8:16 am

Si chiama Sofi Oksanen e dà lustro alla letteratura del suo Paese, l'Estonia, a noi pressoché sconosciuta. E' uscita anche in italiano ''La purga'' (Edizioni Guanda, pp 394, euro 17,50). E' un appassionato, ''caldo'' romanzo quasi interamente ''popolato'' di donne,
che parla della paradossale condizione delle donne russe sotto il regime comunista, volendo sostenere che, a quel tempo, per le donne, essere vittime e carnefici era quasi la stessa cosa. Nella trama, apparentemente esile - la profonda amicizia fra due donne - c'è una verità che noi non potevamo sapere: a quell'epoca, chi non era comunista, era nazista (non esistevano altre ideologie) e chi sposava il nazismo, aveva pochissime soluzioni: fare la prostituta-serva per i tenitori dei gulag, rubare, morire di fame. Per chi, per convinzione o per interesse, era comunista, sposava uomini potenti ed era privilegiata, vivendo in ricchezza e nobiltà (non certo d'animo...).
Sofi, tradotta in ben 28 lingue, ha scritto un'opera ferocemente anticomunista, ma, comunque la si pensi, al di là della sua opinione politica, è interessante conoscere la situazione delle donne in quella importante e controversa epoca.

paoloferingi

Messaggi : 305
Data d'iscrizione : 13.05.10

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum