Estro-Verso
ATTENZIONE, REGISTRAZIONI SOSPESE:
Questo forum non è più attivo ed è stato conservato su richiesta di molti utenti. Il nuovo forum è all'indirizzo: http://artist.forumattivo.it
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Sondaggio
Statistiche
Abbiamo 119 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Ninone40

I nostri membri hanno inviato un totale di 1943 messaggi in 722 argomenti
Ultimi argomenti
» Destini incrociati
Mer Nov 07, 2012 7:43 am Da Ninone40

» La casa di Paolo
Mar Gen 03, 2012 1:39 pm Da luisanne

» ¿QUÉ SOY? (Cosa sono?)
Sab Nov 05, 2011 10:37 pm Da Marinella

» KULTURA WEB TV :POESIA E-LETTA TUTTI I VENERDI SERA
Ven Ott 14, 2011 10:51 am Da SuZanne

» AGENDA DEGLI ARTISTI 2012
Ven Ott 14, 2011 10:42 am Da SuZanne

» "Controsensi economici" 06-10-11
Gio Ott 06, 2011 1:51 pm Da Carlo

» 22-09-2011 “Rispetto ?”
Gio Set 22, 2011 4:09 pm Da Carlo

» "Figli dell'Argilla" 01/09/2011
Ven Set 02, 2011 9:16 am Da Carlo

» mi dovrò ripresentare penso
Sab Ago 06, 2011 12:05 am Da bounty

Novembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930   

Calendario Calendario

Parole chiave

Contatore visite

ONLINE COUNTER

VISITOR COUNTER

Musica Classica

I paradossi dell’infinito

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

I paradossi dell’infinito

Messaggio Da alberto il Sab Ott 09, 2010 9:13 pm

I paradossi dell’infinito John D. Barrow – L’infinito

Piana e comprensibiilssima guida ai confini dello spazio e del tempo, scritta da un matematico e cosmologo di fama mondiale.
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Che cosa significa veramente la parola “infinito” ed il concetto che essa pretende di esprimere? Un libro impossibile da riassumere, tanto è bello e profondo.

Si parte dall’infinito matematico. Si racconta la vita infelice di Georg Cantor, l’uomo che per la prima volta diede al concetto di infinito una sua vita non solo matematica, ma filosofica e morale. Si approda all’infinito cosmologico.

Che cosa cambierebbe per l’etica, la religione e la filosofia, se l’universo in cui viviamo fosse infinito? Si scoprono inattesi paradossi.
Eccone uno: “…in un universo infinito la quantità di bene e di male è infinita… Ma se la quantità di bene e di male è infinita, nulla che possiamo fare (o non fare) può aumentarla: l’infinito più qualcosa è ancora l’infinito. Questo è il primo problema etico di un universo infinito.” Cioè, se l’imperativo etico è di far cose buone, nel maggior numero possibile di casi, questo imperativo in un universo infinito non ha senso.

Inoltre, se la probabilità di esistenza di vita umana è diversa da zero, allora in un universo infinito esistono infinite razze umane. E se c’è un numero infinito di individui, allora fra questi c’è un numero infinito di repliche di me stesso… alcuni saranno buoni, altri cattivi, tutte le differenti possibilità saranno realizzate…

“Questi effetti bizzarri degli universi infiniti hanno convinto molti che c’è qualcosa di moralmente ripugnante, se non di incongruo, in un universo infinito… qual è lo status del bene e del male quando tutti gli esiti possibili si realizzano da qualche parte nel grande catalogo universale?”

Leggete questo libro. Vi aprirà un intero mondo intelletuale. Non ci sono formule, salvo pochi passaggi elementari sulle serie infinite.

alberto

Messaggi : 138
Data d'iscrizione : 13.05.10
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum