Estro-Verso
ATTENZIONE, REGISTRAZIONI SOSPESE:
Questo forum non è più attivo ed è stato conservato su richiesta di molti utenti. Il nuovo forum è all'indirizzo: http://artist.forumattivo.it
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Sondaggio
Statistiche
Abbiamo 119 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Ninone40

I nostri membri hanno inviato un totale di 1943 messaggi in 722 argomenti
Ultimi argomenti
» Destini incrociati
Mer Nov 07, 2012 7:43 am Da Ninone40

» La casa di Paolo
Mar Gen 03, 2012 1:39 pm Da luisanne

» ¿QUÉ SOY? (Cosa sono?)
Sab Nov 05, 2011 10:37 pm Da Marinella

» KULTURA WEB TV :POESIA E-LETTA TUTTI I VENERDI SERA
Ven Ott 14, 2011 10:51 am Da SuZanne

» AGENDA DEGLI ARTISTI 2012
Ven Ott 14, 2011 10:42 am Da SuZanne

» "Controsensi economici" 06-10-11
Gio Ott 06, 2011 1:51 pm Da Carlo

» 22-09-2011 “Rispetto ?”
Gio Set 22, 2011 4:09 pm Da Carlo

» "Figli dell'Argilla" 01/09/2011
Ven Set 02, 2011 9:16 am Da Carlo

» mi dovrò ripresentare penso
Sab Ago 06, 2011 12:05 am Da bounty

Novembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930   

Calendario Calendario

Parole chiave

Contatore visite

ONLINE COUNTER

VISITOR COUNTER

Musica Classica

sahara (primo pezzo)

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

sahara (primo pezzo)

Messaggio Da estroverso sud il Gio Dic 23, 2010 1:42 pm

ecco scendere da alcune dune di sabbia un cammello blu ed un elefante albino, uno degli ultimi della sua specie. danzano festanti su di alcuni surf mentre sfrecciano allegramente sulla sabbia rovente.a seguirli un beduino, loro schiavo e porta bevande.l'uomo aveva un bel turbante in seta azzurra purissima, il colore del cielo ma senza nuvole.dei baffi neri molto marcati, un colorito amarognolo color amaretto per intenderci.sulle spalle una grossa fune pesante che teneva con la mano destra.stava trainando una scatola di rame, simile ad una gabbia.riuscivo a vederci dentro un armadillo femmina di pochi mesi con relativo ciuccio di fogliame.il beduino si chiamava Carlito il brigantello ed era vestito con una lunga tunica bianca molto elegante con alcune decorazioni color turchese a forma di scarabeo.
a poca distanza, oltre la prima duna potevo scorgere alcuni briganti pasteggiare nella sabbia.stavano mangiando un serpente ed alcuni scorpioni succulenti.
non so che ci facevo lì di preciso ma lo spettacolo si stava movimentando: vedevo un oasi faraonica con tanto di piscina con uno sceicco che si divertiva parecchio.
aveva le fattezze di un cartone animato quindi del tutto bidimensionale.pareva ritagliato da un fumetto.quando si voltava di lato per offrire dello champagne alle odalische sembrava scomparire da tanto fine che era.assomigliava un pò al leader della libia.stessi capelli ricci stessa barbetta incolta e stesso copricapo orientaleggiante.
mi chiese di sedermi su di un cammello steso, accettai.mi disse adesso ti racconto una storia.un tempo quando la sabbia volteggiava in grande piramidi ad est il mio nome non era ancora famoso.poi un dì una sfinge mi parlò e mi disse di aspettare il mio momento che da lì a poco sarebbe arrivato. mi trasformai in un ladruncolo e quella notte potei vagare libero ed indisturbato per le strade di marrakech.rubai dell'oro poi della mirra e anche un pò di incenso.rubai della frutta, un vestito e persino una statuetta della divinità.mi sentivo un bambino con le mani in una grande cesta di marmellata all'albicocca.la sfinge mi disse che il venerdì successivo avrei trovato fuori dalla porta della mia casa un pezzo di argilla.dovevo raccoglierla avvolgerla in un pò di paglia e nasconderla fino ad un suo ordine.almomento giusto la sfinge avrebbe soffiato sulla paglia accendendo e cuocendo l'argilla.feci tutto quello che mi venne detto e me ne andai a dormire. praecchio tempo dopo la sfinge soffiò: un enorme incendio divampò in casa mia, nella mia umile baracca tant'è che io tutto arrabbiato mi rivolsi alla sfinge dicendo: ma che fai ? mi bruci la casa! l'unico bene che ho!
la sfinge sorrise e sparì.
quando le fiamme si spensero vidi una luce provenire da sotto le macerie.dentro quell'argilla c'era il miallo, la pietra preziosa più potente del mondo.
ero stato scelto per una vita di grande sfarzo dato che mi bastava esibire la pietra per stendere ai miei piedi stuole di sudditi.mi ero fatto togliere l'occhio sinistro e me l'ero fatta trapiantare lì per essere sicuro di non perderla e di dormirci anche assieme.
e come vedi anche ora oggi sfrutto i poteri di questa pietra.ho costruito qui nel deserto quest'oasi dove mi sto riposando tutt'ora.

estroverso sud

Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 09.12.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum