Estro-Verso
ATTENZIONE, REGISTRAZIONI SOSPESE:
Questo forum non è più attivo ed è stato conservato su richiesta di molti utenti. Il nuovo forum è all'indirizzo: http://artist.forumattivo.it
Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Sondaggio
Statistiche
Abbiamo 119 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Ninone40

I nostri membri hanno inviato un totale di 1943 messaggi in 722 argomenti
Ultimi argomenti
» Destini incrociati
Mer Nov 07, 2012 7:43 am Da Ninone40

» La casa di Paolo
Mar Gen 03, 2012 1:39 pm Da luisanne

» ¿QUÉ SOY? (Cosa sono?)
Sab Nov 05, 2011 10:37 pm Da Marinella

» KULTURA WEB TV :POESIA E-LETTA TUTTI I VENERDI SERA
Ven Ott 14, 2011 10:51 am Da SuZanne

» AGENDA DEGLI ARTISTI 2012
Ven Ott 14, 2011 10:42 am Da SuZanne

» "Controsensi economici" 06-10-11
Gio Ott 06, 2011 1:51 pm Da Carlo

» 22-09-2011 “Rispetto ?”
Gio Set 22, 2011 4:09 pm Da Carlo

» "Figli dell'Argilla" 01/09/2011
Ven Set 02, 2011 9:16 am Da Carlo

» mi dovrò ripresentare penso
Sab Ago 06, 2011 12:05 am Da bounty

Luglio 2018
LunMarMerGioVenSabDom
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

Calendario Calendario

Parole chiave

Contatore visite

ONLINE COUNTER

VISITOR COUNTER

Musica Classica

Venezia offre (anche ) "sodomia d'artista"

Andare in basso

Venezia offre (anche ) "sodomia d'artista"

Messaggio Da alberto il Dom Giu 19, 2011 11:37 am

BIZZARRIE ALLA BIENNALE
Venezia offre (anche ) "sodomia d'artista"
I Gelitin usano allo scopo una banana completa di buccia «Non era una performance, tra noi lo facciamo sempre»
Corriere della Sera
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]Inutile invocare la Buoncostume e men che meno la censura. Alla Biennale di Venezia succedono eccessi di ogni tipo e talvolta anche cose che non vorremmo mai vedere. Ma qui siamo in un territorio franco che accetta ogni sorta di trasgressione. Oppure no? Arsenale. Sono le 17.03 di ieri ed esco dal Padiglione italiano che, a suo modo, è una sconcezza surreale (non solo per colpa di Sgarbi, ma anche di quegli artisti bravi che non hanno saputo dire di no a un’ammucchiata che li stritola: il kitschartista Marco Lodola afferma che questa edizione è la rivincita dei peones).
E la ciliegina sulla torta sono anche i due tronisti nudi (un uomo e una donna in carne ed ossa) messi lì tra l’erba. Mi dirigo al Giardino delle Vergini, e incoccio subito in un’altra sconcezza, ma di quelle toste. Ed è proprio vero che al peggio non c’è mai fine.

IL COLLETTIVO IRRIVERENTE - Vengo attirata dal richiamo visivo di un gruppo di statue religiose dai colori fluo (la Madonna, San Pietro e il serpente, opera di Katharina Fritsch) e, soprattutto, dalla musica incalzante di una band hard rock. Situazione simil Woodstock ma formato mignon (lo spinello fa parte dell’ambience). Sul fondo, una montagnetta di tronchi di legno e lì sopra due che ballano quasi una lap dance, ma vestiti normali, con fare più annoiato che sexy. Un forno acceso che surriscalda l’aria (e fa un caldo boia) nel quale si fonde il vetro delle tante bottiglie di birra e vino bevute, in un gesto di riciclo molto greenmodaiolo.
Questo è il «padiglione» open air dei Gelitin, un famoso, irriverente collettivo austriaco (fondato a Vienna nel 1978), invitato a questa Biennale. E cosa ti serve a merenda questo gruppetto di artisti? Nudo come un verme c’è uno di loro che si offre a un altro in una pratica di sodomizzazione con una banana (completa di buccia).
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

alberto

Messaggi : 138
Data d'iscrizione : 13.05.10
Località : Roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum